La Capitale Tbilisi

Tbilisi, la Capitale

La capitale, che sorge sul Kura tra il Mar Caspio e il Mar Nero, venne fondata intorno al V secolo a.C. e da allora crebbe sempre più di importanza politica, militare e commerciale; si distingue per le sue industrie dedicate alla produzione petrolchimica ed elettromeccanica oltre che del tabacco, dell'abbigliamento e della ceramica.

Fu nelle mani dei Persiani e dei Turchi fino al 1799, anno dell'annessione alla Russia, e da qui in poi divenne il centro più rilevante della zona del Caucaso. Ai giorni nostri rappresenta una città multietnica e multireligiosa che mescola usanze orientali e occidentali.

Tbilisi dà l'opportunità di fare visita a una varietà di monumenti: la Basilica di Anchiskhati del VI secolo è la più antica Chiesa della capitale, costruita dal suo fondatore Vakhtang Gorgosali, che deve il suo nome all'icona del Salvatore un tempo qui collocata e ora esposta al museo georgiano dell'arte; la chiesa di Metekhi del 1200 che detiene la statua equestre del re fondatore della città e' posizionata sul colle del fiume Mtkvar ossia il fiume Kura che scorre tra le montagne del Caucaso e nasce a Est della Tuchia; purtroppo le sue acque risultano inquinate dalle industrie della città che esso incontra lungo il suo corso come Tblisi appunto e Rustavi.

La parte vecchia della città domina il corso del suddetto fiume e qui potrete osservare vecchie case di legno  che richiamano all'arte tipicamente orientale; la fortezza di Narikala è una delle più antiche della città e domina la sua parte vecchia; nel secolo ha subito diverse distruzioni e conseguenti restaurazioni e ora sorge incontrastata su uno sprone roccioso che dà sul fiume.                                                                                                                                                            I monumenti di Tbilisi sono poco distanti l'uno dall'altro, in tal modo è facile destreggiarsi tra i diversi tesori della città: dunque potrete raggiungere in poco tempo la Cattedrale di Sioni, uno dei luoghi più sacri del paese, il Museo georgiano dell'arte e il Museo statale dell'Arte in cui si trova una collezione di gioelli appartenenti all'epoca precristiana.                                                                                                                                                     Interessante intraprendere una passeggiata lungo Corso Rustaveli: incapperete nel teatro dell'opera, nel Parlamento, nel palazzo del vicerè russo e ovviamente in numerosi negozi e caffè.

Georgia